FIGLIO LIGHT     HOME      VAI AGLI AGGIORNAMENTI  

 
SPIEGAZIONI ED AVVIO PROGETTO  
 

(Aggiornameti del 18 – 6- 2018)

Necessario leggere

 Si tratta di un sistema per più versi scaturito dal mio modello di “FOGLIO LIGHT”, ma dal quale, tuttavia, si distingue per alcune caratteristiche relative alla diversa destinazione.

 Il Foglio è molto simile ad un periodico; impaginato su tre/quattro colonne su di un unico foglio in fronte-retro, prevede il lavoro di gruppo. Il Blog, invece, puo essere curato anche da una sola persona, mentre può diferenziare la sua diffusione alternandola dalla periodicità alla messa in rete di singoli fascicoli.

 Si passa, quindi dal formato A4/A3 a quello ottimale di A5. Cambia, ovviamente, anche la scelta di font e corpi stampa; non più Arial 7 e Calibri 8, ma sempre e solo Arial 12 (in grado di assicurare ottime condizioni di lettura in PC/notebook come sugli smartphone di minime dimensioni).

 La realizzazione pratica si avvale di due versioni; quella per la consultazione su PC/smartphone (tanto on-line quanto off-line) e quella, ancora, diretta alla trasformazione in prodotto cartaceo.

 Le due edizioni si presentano praticamente simili; vale a dire che, fatto il lavoro per la prima, lo stesso vale anche per la seconda (che si differenzierà esclusivamente per la mancanza di comandi in grado di aprire automaticamente l'accesso ai supporti multimediali. Questi saranno rimpiazzati dalle scritte del tipo "http://www. ecc., onde consentire l'acquisizione dei più svariati allegati anche a chi acquisisce la sola versione cartacea del PDF.

 Avviando la prima soluzione (che ovviamente richiede la presenza di un lettore PDF) noteremo (vedi, ad es. inizio pag.3) la presenza di comandi "del tipo "da WEB" e "da CARTELLA".  Cliccando "web"  si aprirebbe un multimediale (video, audio ecc. presente in questo come in altri siti). Se questo dovesse destare particolare interesse, basterebbe scaricarlo, per poterlo rivedere off-line ogni qual volta si pigiasse su ""cartella".  Questo perchè il PDF ha già inserito l'apposito comando. E' bene, tuttavia, scaricare in un'unica cartella PDF e multimediali acquisiti.

 Ancora. Oltre i comandi per l'acquisizione di file esterni, altri ce ne sono che richiamano documenti già sistemati in altre aree del PDF (di solito riguarderanno mappe conettuali, infografiche, ecc.).

 Passando alla soluzione cartacea, noteremo come le pagine che prima scorrevano in verticale  con numerazione crescente assumono disposizione del tutto diversa. Questo perchè risultano, appunto, predisposte per la stampa (che potremmo effettuare in fronte retro con la stessa stampante domestica impostata in economy B&W).

 Infine, per la versione cartacea, non potremmo fare a meno di scaricare l'apposita copertina qui ricavabile.