HOME        SUCCESSIVA (prossimamente)

In questa e nelle pagine seguenti

ANNOTAZIONI, PROVE ED ESPERIMENTI RELATIVI ALL'AREAFOGLIO LIGHT ED OPUSCOLI”

ELABORATO 1

 Ragioni e modalità di consultazione con modello alternativo a quello precedentemente abbozzato.

 In questo esempio prevale limpaginazione a tre colonne. Un modello in grado , secondo me, di rendere più pratica ed immediata la composizione del foglio light, dal momento che risulta più agevole valutare gli spazi a disposizione procedendo per accodamento dei vari brani. Non dimentichiamo che l'iniziativa è indirizzata al volontarismo di persone che, pur non essendo dei web-master, risulterebbero impegnate ad assemblare, nel minor tempo possibile, materiale il cui arrivo in redazione potrebbe non essere simultaneo.

 Trattandosi di semplice bozza, non ho fatto altro che accodare quattro miei vecchi brani umoristici, disponendo, per ciascuno di essi, la versione audio (richiamabile cliccando i relativi titoli, mentre, toccando il richiamo web presente in calce alla testata si accede alla home page del sito. Il pdf, stampabile in fronte/retro, pur ottimizzato per il formato A3, fornisce apprezzabili risultati anche per riproduzioni in A4 (finanche optando per  B&W economy).

PSNOTE SULLA DIFFUSIONE DI UN FOGLIO LIGHT

 Un'operazione che può effettuarsi con diverse modalità, a seconda che ci si indirizzi verso una rete di amici e/o conoscenti, oppure che ci si orienti in area social-network.

 Nel primo caso, in situazioni con persone fisicamente presenti, sarà sufficiente trasmettere a mezzo bluetooth una cartella zippata contenente, in una con gli allegati multimediali, entrambe le versioni PDF (off-line ed on-line), accompagnando opportunamente il tutto con una breve guida operativa del tipo “LEGGIMI” . L'azione è agevolata dal modestissimo peso dei contenuti. In presenza di più vasta cerchia di destinatari si potrà optare per l'invio attraverso M_list.

 Tenendo conto del fatto che molti destinatari vorrebbero aprire il pacchetto su smartphone, sarebbe consigliabile l'impiego di un lettore HTML (indicato per l'apertura di quelle specifiche pagine, ma indispensabile anche per spacchettare i contenuti di quanto ricevuto – Io ho sempre usato Zarkiver; gratuito e dal peso di 5Mega).

 Discorso diverso se ci si orienta su social-network.

 Ormai gran parte di tali strutture accettano i PDF. I limiti sorgono sul richiamo di allegati (specie se di tipo multimediale). Consigliabile, quindi, almeno in attesa che la situazione evolva verso maggiori aperture, limitarsi all'invio del solo PDF on_line, con il quale, pur escludendo l'apertura dei collegamenti, il richiamo al dominio posto in testata permetterebbe quanto meno l'accesso al sito di riferimento.

_______________________


ELABORATO 2 

 Per una sintesi del sistema (con rappresentazioni grafiche). su ASPETTO, CONTENUTI e MODALITA' DI CONSULTAZIONE

ELABORATO 3 

 Un passo avanti nella configurazione finale del foglio.

ELABORATO 4

Grafico guida operativa in PDF redatta il 20 Ottobre 2018